Romain Garcera

Romain Garcera è nato il 7 maggio 1991, trascorre la sua infanzia alla Martinica e si appassiona per le percussioni sin da piccolo. All’età di 7 anni inizia le percussioni classiche e si mette presto anche a comporre. Arrivato in metropoli, ottiene un premio in percussioni al conservatorio di Grasse, e poi un Diploma Musicale di Stato con onorificenza presso il CRR di Nizza. In parallelo, Romain studia il jazz (batteria e vibrafono) a Nizza con maestri come François Chassagnite, Robert Persi, Phillipe Cocogne, Jean-Paul Ceccarelli.  Già da giovane, è membro dell’associazione « ça percute » che invita tra i più grandi percussionisti classici del mondo ; musicisti con chi Romain ha la possibilità di scambiare, perfezionarsi e suonare.

Continua il suo percorso al CRR di Parigi con Frédéric Délestré, David Patrois, Emile Spany e molti altri.

Nel 2013, ottiene il suo Diploma di Jazz di Stato con il più alto riconoscimento. Ha l’opportunità in questo stesso anno di esibirsi al Théâtre du Châtelet a Parigi in qualità di vibrafonista solista per un omaggio al compositore di musica da film John Williams.

Nel corso dei anni, partecipa a numerose master class (J.Tain Watts, Chris Potter, Barbatuques, Mike Stern, Mike Manieri, Boia Z, Dave Liebman, Chuck Israel, No Jazz…), accompagna più formazioni musicali di vari stili e prende parte anche in alcuni progetti orchestrali.

A quel punto, carico di tutte queste esperienze, Romain fonda per la prima volta il suo proprio progetto musicale « RG Hybrid Project », nel 2014. Registra le sue prime composizioni professionalmente, specialmente grazie al sostegno del CRR e CNSM di Parigi,  ciò che lo portera a suonare sulla scena francese in delle belle sale e festival.

Prosegue il suo cammino che lo porta à Bruxelles. Affina la sua formazione musicale al Conservatorio Reale di Bruxelles, sempre assetato di incontri. Studia col vibrafonista e esperto di armonia Guy Cabay, stringe amicizia con il violoncellista Guy Danel, e comincia a esibirsi come sideman in vari luoghi musicali della capitale.

Da allora, ha collaborato con tanti musicisti delle scene brussellese, parigine e internazionali come Fabrice Alleman, Frédéric Jacquemin, Laurent de Wilde, Xavier Tribolet, Paolo Loveri (Italia), Igor Gehenot , Kaer (Starflam crew), Pedro Moura (Brazil) , Edash Quata (Érythrée) , Carlos Lopez (Cabo Verde) , Theorethoric (US)  …

Fa parte del gruppo « LALAO » in cui suona spesso al fianco del multi strumentista Yannick Jacquet e del chitarrista malgascio rinomato Joël Rabesolo. Provano la bella esperienza di aprire il concerto di Miles Mosley, del collettivo americano « West Coast Get Down » nella sala di Botanique, a Bruxelles. E membro attivo del gruppo brasiliano di percussioni-voci « Maracatu Mix » . Fonda il duo vibrafono/pianoforte  « Garcera Della Guerra » nel 2017, combinando musiche classiche jazz e world con il pianista Nicolaï Della Guerra. Accompagna da poco il cantante Simon Delannoy con chi si è esibito alle « Francofolies » di Spa in Belgio. Nel 2018, viene chiamato per unirsi alla band « Azbeul » fondata dal sassofonista francese Abdel Jednak.

Nel frattempo, fonda un agenzia « Percussive » con la quale organizza eventi tra cui Jam sessions in luoghi famosi della vita notturna di Bruxelles. Insegna anche la batteria presso la struttura « Artizik », all’Istituto Cardinal Mercier,  la più grande scuola del Belgio, con la quale collabora attraverso vari scambi ed eventi culturali per giovani artisti, mescolando arti plastiche, teatro, disegno, street art e musica.

Ha recentemente appoggiato l’insieme di sassofoni della città di Grasse con il quale è partito in tournée in Arizona e Nevada nel 2018, che si esibirà a Cracov a maggio 2019, e che ripartirà per l’India nel 2020.

Ad aprile 2019, annuncia il suo E.P (Electronic Presskit) come producer sotto il nome di « RGHP » con molte collaborazioni di artisti internazionali, di risonanze  varie e di molteplici sfaccettature. Forse un primo bilancio delle sue esperienze vissute fin’ora da artista e amante della musica.